GIRALA COME VUOI

L'idea

In un preciso intervallo di tempo (minimo 2 – massimo 7 giorni), viene chiesto alle persone di partecipare a un esperimento: raccontare la propria visione del territorio tramite dei brevi video (di massimo 3 minuti).
Il tema è libero, ognuno può raccontare un ricordo, un incontro, un'emozione, purché legato a quel determinato luogo che quindi potrà fare da sfondo, essere l'oggetto del video o anche il pretesto.
Una volta caricati sul portale www.giralacomevuoi.com, i video sono on line visibili a tutti, fino alla presentazione pubblica del montaggio, creato a partire da alcuni dei video arrivati.
Le soggettive visioni di ognuno saranno l'irripetibile risultato di un qui e ora. I video infatti costituiranno una, seppur parziale, memoria collettiva: contemporanea e mutevole ma di sicuro sfaccettata e trasversale perché nata dal basso. Il progetto è un'opera di valorizzazione del territorio perché lo arricchisce con immagini video ordinate e catalogate creando un vero e proprio archivio video dal basso; rafforza il senso di appartenenza dei cittadini con l'obiettivo di costituire una comunità sempre più attiva; turisti e persone che non conoscono quel territorio saranno attirati dall'iniziativa e dal portale web.
La presentazione al pubblico del montaggio sarà la testimonianza di come il cinema partecipato, e quindi le persone che hanno contribuito all'iniziativa, sia capace di catturare, anche solo per un attimo, l'essenza di un luogo con gli occhi di chi lo abita, di chi lo attraversa, di chi si trova a guardarlo per la prima volta (land-telling).

La martesana

GIRALA COME VUOI

Un progetto di
co-promosso da